LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

giovedì 21 settembre 2017


Fino all'8 ottobre è possibile visitare a Palazzo Primavera la mostra antologica di Sandro Tomassini curata da Francesco Santaniello e Franco Profili. 


Un appuntamento per conoscere una significativa selezione di opere dei dieci anni di attività artistica sarà sabato 23 settembre alle ore 18 con la  performance dal vivo "geometrie sonore" del musicista  Marco Collazzoni. 

Dopo l’esperienza nell’ambito del design del mobile (tra il 1975 e il 1985 Tomassini ha progettato e realizzato alcuni elementi di arredo come la cassettiera “settimino” laccata a pois o il “Tares”, esposti al Salone del mobile di Milano nel 1976 e recensiti sulle pagine di Casa Vogue dello stesso anno; in seguito ha ideato le collezioni “Container”, “Acquerello” e “Butterfly” con mobili laccati lucidi al poliestere, nei quali l’essenzialità strutturale si coniuga con l’eleganza formale e i ricercati effetti decorativi variabilmente d’ascendenza optical o minimal) .
Dal 2005 l’avvio di una vera e propria produzione artistica sviluppata parallelamente sia nell’ambito pittorico sia in quello plastico, e concretizzatasi in una serie di cicli (che costituiscono altresì le sezioni della presente rassegna ternana): Astrazioni geometriche e Astrazioni liriche; Immagini variabili; Scritture; Sondrat; Fumé. 

“Etichettare il lavoro di Sandro Tomassini – scrivono i curatori della mostra  -per incasellarlo entro i termini di un preciso ambito storico-artistico risulta un’impresa ardua. Le opere di Tomassini sono difficilmente classificabili in schematizzazioni critiche troppo coercitive. 

La poliedrica creatività dell’autore è l’icastica dimostrazione del fatto che egli sia un attento interprete del contemporaneo, in grado di sintetizzare le idiosincrasie di questo nostro problematico presente e la perdita di ogni riferimento dogmatico da parte di una società sempre più liquida. 

La sintassi elaborata da Tomassini trae origine e forza dalle contaminazioni tra differenti forme d’espressione e dal continuo sconfinamento tra i diversi generi artistici: la pittura è declinata costantemente in forme plastiche; gli assemblaggi vengono oggettivati cromaticamente; la fotografia dialoga con il segno grafico; lettere, parole e serie numeriche si combinano con texture di design."

martedì 19 settembre 2017

Dopo l'anteprima che ha visto come principali protagonisti la trilogia di Liv Ferracchiati e le coreografie della compagnia francese Cie Nacera Belaza, si apre mercoledì 20 settembre la dodicesima edizione del Festival della città di Terni interamente dedicato alla trasversalità delle arti performative contemporanee e delle arti pubbliche. 

Mercoledi 20 settembre, alle ore 19:00 aprirà al pubblico Garden State progetto ideato dal collettivo MAMAZA fondato da Fabrice Mazliah, May Zarhy e Ioannis Mandafounis. 

Garden State è parte di una serie di progetti che operano a cavallo tra performance, coreografia e installazioni denominati “Enacted thoughts” pensieri in atto. 

Il progetto si è articolato in vari formati e si è sviluppato come una costellazione di collaborazioni coordinate e dirette da Fabrice Mazliah.Alle 19:30 inaugurerà con la partecipazione della Fondazione Carit, Museum of the Moon dell’artista inglese Luke Jerram. 

La luna vera e propria rappresentata dall’artista ha un diametro di 7 metri e riproduce una dettagliata immagine della luna rielaborata su di una foto di 120 dpi di proprietà della NASA. L’inaugurazione verrà accompagnata da un concerto di pianoforte curato dall’Istituto Briccialdi

Al Teatro Secci alle 21:00 Lucas De Man presenterà “De Man in Europe” una lettura/performance figlia del suo progetto In Search Of Europe, dove Lucas ha viaggiato in 17 città e 8 nazioni per 30 giorni. 

Durante il suo viaggio ha intervistato più di 20 giovani creativi che stanno cercando di migliorare le società in cui vivono e la cosa che più lo ha colpito è che c’è una nuova generazione che si sta agitando in Europa e che è davvero pronta a lottare per il cambiamento. 
Nello spettacolo viene messa in relazione la transizione che il nostro continente sta vivendo in questa fase con il cambio di paradigma cui abbiamo assistito precedentemente: il passaggio dal Medioevo al Rinascimento. 
In De Man in Europe Lucas utilizza alcuni frammenti video delle interviste per condurre il pubblico attraverso i maggiori temi e le battaglie della giovane generazione europea che ha incontrato nella sua ricerca.



domenica 17 settembre 2017

Foto Fis-Bizzi
Il fiorettista del Circolo Scherma Terni è campione del mondo anche nella prova a squadre dopo il successo individuale in Sicilia.

Al pala Tupparello di Acireale s'impone con i compagni Andrea Cassarà, Giorgio Avola e Daniele Garozzo. 

Terzo titolo iridato dell’anno.
In finale sconfitta la Francia di Lefort per 45-40.

L'Ati Rete Cultura Terni, in merito ad alcune polemiche comparse sui social media, intende precisare quanto segue:

Nella giornata di venerdì è stata emanata dalla protezione civile regionale, sulla base di un bollettino del centro previsionale nazionale, un'allerta meteo di livello arancione. 
Di conseguenza ed in ottemperanza alle disposizioni di legge, (che non sono interpretabili) il sindaco Di Girolamo ha emesso un'ordinanza di annullamento di tutti gli eventi all'aperto,  ivi incluso Ternion. 
Noi in qualità di organizzatori ci siamo attenuti. Ai trasgressori, per legge è applicato l'art. 650 del codice penale. 

Ieri sera non è piovuto -proseguono- gli organizzatori. Meglio cosi'. 


Sarebbe stato tremendo oggi, constatare una situazione di danni dovuta al maltempo. Certo la delusione per la mancata effettuazione della serata è tanta. La beffa ancora più crudele.  
Ternion è pur sempre una festa ma l'incolumità pubblica è molto più importante. 

"Abbiamo lavorato mesi per offrire alla città una grande serata ed i primi ad essere amareggiati siamo noi che da una città piena di gente e festosa traiamo il giusto riconoscimento al nostro. lavoro. Ma tant'è e per legge non potevamo fare diversamente. Ne noi ne tutte le autorità locali".
Infine-concludono- se vogliamo discutere sulla "cultura dell'emergenza"e delle relative  leggi emanate, ci trovate d'accordo sul fatto che è sbagliato. 

"È sempre l'uomo che è responsabile se tragedie umane come quella di Livorno accadono. Ma finché questo non cambia e le leggi sono queste non rimane a tutti che rispettarle.
Fare polemica su questo non rende onore a nessuno; è solo speculazione e soprattutto tanta disinformazione". 


sabato 16 settembre 2017

L’Azienda ospedaliera di Terni ha avviato un progetto di cooperazione internazionale con la prestigiosa Università cinese di Fujian, che prevede un periodo di scambio fra chirurghi e ricercatori nell’ambito della chirurgia mininvasiva oncologica. 

Il programma di International Fellowship, promosso dall’Azienda ospedaliera di Terni e affidato alla struttura complessa di Chirurgia Digestiva diretta dal dottor Amilcare Parisi, è già attivo e  comporta la frequenza di tutte le attività cliniche e dei meeting oncologici, la partecipazione alla discussione di casi clinici, lo sviluppo di progetti di ricerca, il training in chirurgia robotica. 
Il primo ad essere stato ammesso al programma, della durata di un mese, è il dottor JianxianLin. 

Il programma, frutto di quattro anni di intenso lavoro, di rapporti di fiducia che si sono creati con il tempo e di proposte di ricerche dall’alto valore scientifico, rappresenta un importante passo in avanti per l’Azienda Ospedaliera di Terni nel contesto dello sviluppo dei progetti di collaborazione internazionale, e in particolare con la Cina, che apre straordinarie possibilità per l’Azienda ospedaliera di Terni, oltre ad essere un esempio unico in Italia. 

Negli ultimi anni la struttura Chirurgia Digestiva di Terni ha sviluppato progetti di ricerca (IMIGASTRIC) che stanno rivoluzionando il trattamento del cancro dello stomaco per via mininvasiva e hanno permesso l’avvio di collaborazioni in tutto il mondo. Numerosi gli appuntamenti internazionali che iniziano già dal prossimo mese: iI 4 ottobre, con la visita del prof. MasanoriTerashima, presidente della società giapponese per lo studio del cancro gastrico e rinomato esperto nel trattamento del tumore allo stomaco; e il 27 e 28 ottobre in trasferta a Qingdao per l’International Forum 2017, dove il dottor Parisi è stato invitato dal prof. Yanbing Zhou per illustrare le prospettive future della chirurgia robotica.


In termini di collaborazioni la struttura diretta dal dottor Parisi, grazie anche alla dotazione tecnologica all’avanguardia di cui dispone, tra cui una doppia console chirurgica e un simulatore di chirurgia robotica,  è centro di riferimento per la formazione dei chirurghi in chirurgia mininvasiva robotica. 
Recentemente è stata anche attivata una convenzione con il Dottorato di ricerca in Tecnologie avanzate in Chirurgia dell’Università “La Sapienza” di Roma, diretto dal prof. Vito D’Andrea; un corso di dottorato unico nel suo genere in Italia che avrà proprio a Terni la sua sede di svolgimento per le attività pratiche e di studio. L’equipe del dottor Parisi ha sviluppato uno specifico programma di formazione che comprende una prima fase di lavoro al simulatore e successivamente la possibilità di effettuare parti di interventi e acquisizione della tecnica robotica pilotati e guidati attraverso la seconda postazione robotica in dotazione, come una sorta di “scuola guida”.


Ph Credits: Alessandro Ocagli

Camminata/corsa non competitiva e competitiva a scopo benefico per la fondazione Umberto Veronesi e una serata in ricordo di Mauro Moroni a due anni e mezzo dalla prematura scomparsa.
L'organizzazione è a cura della Ternana Marathon Club di Tommaso Moroni, appuntamento a Largo Villa Glori giovedì 21 dalle 20.
Il Presidente Moroni ha sottolineato che nelle edizioni precedenti l’evento era legato alla promozione della pratica sportiva per persone con disabilità intellettiva, da quest’anno spazio alla ricerca scientifica al fianco di un’organizzazione come la fondazione Umberto Veronesi.

Ph Credits: Alessandro Ocagli


Il legame con Special Olympics resterà comunque: i ragazzi saranno protagonisti giovedì sera con l’arrivo della torcia olimpica e l’accensione del tripode. Il coinvolgimento sarà totale: camminatori, corridoi, bambini e anche amici a quattro zampe. Moroni prosegue- la sorpresa di quest’edizione riguarda la Ternana Unicusano- e ringrazio il presidente Stefano Ranucci per il sostegno economico. Per quel che concerna la società, siamo a quota 320 iscritti e questo è l’ultimo banco di prova prima dell’avvio del 2018. Gli eventi organizzati passeranno da uno a tre». 

Ph Credits: Alessandro Ocagli
La delegazione ternana della fondazione è guidata da Maria Possenti Castelli: «Cerchiamo di raccogliere fondi attraverso questa tipologia di manifestazione o con il 5×1000. Mettiamo a disposizione delle borse di ricerca – c’è poi un libro dove vengono raccolte le varie esperienze – e quest’anno saranno circa duecento: il nostro target sono le scuole, vogliamo far capire il giusto rapporto tra cibo e salute. 
Alcune ‘Pink runners’ – testimonial della fondazione per le donne che hanno affrontato o stanno affrontando un tumore al seno – e una rappresentanza di giocatori della Ternana saranno coinvolti nell’evento
Ph Credits: Alessandro Ocagli


Ad animare la serata Alexander Gentili e Alex Coppa. Pettorali in vendita a 5 euro in via Aleardi 14 e in via Battisti 141/q (sede Ternana Marathon Club, dalle 18 alle 20). Per info e prenotazioni è possibile contattare il 3920180206.



La Ternana di mister Pochesci incappa nella prima sconfitta stagionale con l'Entella.

Fino alla fine la squadra rossoverde prova a riaprire l'incontro ma la saracinesca Iacobucci nega la gioia del gol.

Una Ternana meno sicura di se nel secondo tempo, complici le amnesie di Gasparetto poco lucido nella retroguardia. 
Una sconfitta che si poteva evitare, con coraggio e determinazione Montalto aveva recuperato la gara e con più attenzione e fortuna il risultato poteva essere diverso.

Le sensazioni erano buone ma il calcio non è una scienza esatta.

Una difesa da registrare e forse qualche elemento, ha bisogno di tirare il fiato.

A fine partita il mister contrariato parlava anche con l'arbitro, ai giocatori sicuramente avrà da rimproverare qualcosa.

Fino a ieri si parlava di reparti rodati e di una Ternana come rivelazione della stagione, non cambia nulla, anche oggi la Ternana è scesa in campo per vincere e ha giocato un'ottima gara.
La Ternana ha bisogno di crescere, anche le sconfitte possono consentire di maturare più velocemente. Inesperienza.

Martedi turno infrasettimanale con il Brescia dell'ex Meccariello, la squadra lombarda ben guidata da Boscaglia è una squadra ostica ma non trascendentale.



Alle ore 13.28 scossa di terremoto magnitudo 3.1 in provincia di Perugia tra Spoleto e Montebibico.

venerdì 15 settembre 2017

Lo schermidore ternano, Alessio Foconi, si è laureato campione del mondo nel fioretto maschile, battendo in finale il francese Le Foort nei campionati militari ad Acireale.

In precedenza Foconi aveva battuto Daniele Garozzo in semifinale con il punteggio di 15-14 e Andrea Cassarà nei quarti di finale con il punteggio di 15-11.

giovedì 14 settembre 2017


Alle 20.51 scossa di terremoto in provincia di Terni, epicentro  Ferentillo. Il magnitudo è di 2.5ml.

mercoledì 13 settembre 2017

La donazione delle cellule staminali del cordone ombelicale è il tema del convegno si svolgerà sabato 16 settembre (ore 9,00-12,30) nell’Aula Magna della Facoltà di Medicina e Chirurgia sede di Terni. 

Nell’ambito dell’incontro, organizzato dal Comitato per la Vita “D. Chianelli” e dall’Azienda ospedaliera di Terni, con il patrocinio del Ministero della salute, della Regione Umbria e del Comune di Terni, esperti di settore faranno il punto sulla operatività del sistema e sulle misure da intraprendere per la promozione della donazione del cordone ombelicale, un atto assolutamente sicuro e non doloroso per la madre e il neonato.


Il sangue contenuto nei vasi del cordone ombelicale e della placenta (che normalmente sarebbero scartati dopo la nascita) è ricco di cellule staminali emopoietiche, cioè cellule indifferenziate che possono generare globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. 

Esse rappresentano quindi una risorsa preziosa per chi soffre di gravi malattie del sangue e del sistema immunitario come leucemia, linfomi e talassemia (quando non si trovano donatori di midollo osseo compatibili) e inoltre, essendo immature dal punto di vista immunologico, riducono il rischio di rigetto in caso di non perfetta compatibilità tra donatore e ricevente. 

È per questo che dal 1993, con l’apertura della prima banca pubblica per la conservazione del sangue cordonale in Italia, sempre più donne vengono invitate a donare, appena dopo aver dato alla luce i propri bimbi, le preziose cellule staminali contenute nel cordone ombelicale.  

19 le banche attive in Italia, che raccolgono, analizzano e conservano le unità di sangue cordonale donate al momento del parto in 320 punti nascita convenzionati. 

Delle 40 mila sacche conservate solo una piccola parte viene utilizzata, ma è importante incrementare il numero dei prelievi per disporre di una sempre più ampia varietà di caratteristiche genetiche e aumentare le probabilità di trovare le cellule compatibili con qualunque paziente ne faccia richiesta. 
Le banche italiane sono collegate in una rete coordinata dal Centro Nazionale Sangue e le caratteristiche genetiche delle cellule conservate sono riportate in un registro internazionale, in modo che si possa identificare in tempi brevissimi la sacca utile per un dato paziente e fargliela pervenire in qualsiasi parte del mondo.

Dai primi anni del 2000, in Umbria, sono attivi centri di raccolta a Terni, Spoleto e in Alta Valle del Tevere, che inviano campioni alle banche del sangue cordonale del Lazio e della Toscana. 
Nel 2015 presso il servizio immuno-trasfusionale dell’ospedale di Terni è stato istituito il Centro di Raccolta Regionale del Sangue del Cordone Ombelicale (CRR-SCO), che raccoglie i campioni dei vari punti nascita regionali per inviarli alla Banca Regionale SCO del Lazio con cui c’è una specifica convenzione, e dal 2016 sono operativi anche i punti nascita di Perugia, Foligno ed Orvieto. 

Il programma prevede saluti del presidente del Comitato per la Vita “D. Chianelli”, Franco Chianelli, e del direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Terni Maurizio dal Maso, cui seguiranno, coordinati dal prof. Adolfo Puxeddu, gli interventi del Dott. Augusto Scaccetti, direttore del SIT di terni e del Centro Regionale di Raccolta del Sangue Cordonale dell’Umbria; della dott.ssa Antonietta Bianco sul ruolo dell’ostetrica nella donazione del sangue del cordone ombelicale; del direttore del Centro Regionale Sangue dott. Mauro Marchesi sull’impegno nella promozione della donazione; del  prof.  Stefano Brancorsini dell’Università degli studi di Perugia sull’attività di ricerca con le cellule staminali cordonali non bancabili; della dott.ssa Veronica Valle sulle funzioni e le prospettive della Banca Cordonale del Lazio; del direttore di ostetricia e ginecologia dell’Azienda ospedaliera di Perugia, dott. Giorgio Epicoco, sulla raccolta nei punti nascita della Regione. 

Seguiranno un dibattito e l’intervento conclusivo del professore William Arcese dell’unità di trapianto cellule staminali del Policlinico di Tor Vergata, che disegnerà lo scenario italiano del trapianto delle cellule staminali cordonali.



martedì 12 settembre 2017


Shopping, gastronomia, la via dello sport, musica ed intrattenimento. 

Giovedì 14 settembre in via Roma dimostrazioni e prove sportive per bambini e ragazzi proposte da alcune splendide realtà locali, dal Circolo della Scherma di Terni all’Associazione Karate Calzola, dalla Bosico Minibasket alla Ternana Calcio Femminile. 

Nelle serate dal 14 al 16 settembre i negozi aderenti all’iniziativa resteranno aperti fino alla mezzanotte con le loro promozioni speciali per l’occasione e i ristoratori presenteranno dei menù speciali per le Notti Bianche allestendo tavoli lungo la via. Giovedì 14 e venerdì 15 intrattenimento musicale d’eccezione con il trio canoro  femminile le “Black Sheeps” e sabato 16 con la “Western Country Band” ed i suoi ballerini country.

Venerdi 15 settembre serata benefica con gli irresistibili ragazzi dell'Associaizone I Pagliacci e di Musicarte-Adotta un artista.

Sabato 16 laboratori creativi con giochi per bambini.


‘TerniOn festival’ si appresta a vivere la prima serata di eventi che animeranno il fine settimana del centro della città. 
Giovedì 14 il palco centrale di piazza Europa alle 21 accoglierà le eccellenze sportive del territorio e i personaggi che hanno portato in alto il nome dell’Umbria e di Terni, fin sui palcoscenici internazionali.
Tanti i grandi nomi dello sport che, direttamente ed attraverso contributi video, saranno presenti: Alessio Foconi (scherma), Sofia Martini (nuoto), Rachele Porcu (pallacanestro), Paolo Tagliavento (arbitro di calcio), Giampiero Sacchi (motociclismo), Guido Giovannetti (arbitro di pallacanestro), Matteo Mulas (canottaggio), Alberto Migliosi del Gruppo canoe Terni, Luca Biscetti dell’Asd Tiro a volo Cascata delle Marmore, Danilo Petrucci (motociclismo), Francesco Petrucci (downhill), Alessio Rossi (pattinaggio), Ilaria Giunchiglia (tiro dinamico).
Con loro sul palco dell’evento – organizzato dal Comune di Terni insieme a Regione Umbria e Coni provinciale – saliranno anche Stefano Tombesi (tiro con l’arco), Fabio Laoreti (podismo), Gianfranco Tiberi (ex presidente Ternana calcio), Stefano Ranucci (presidente Ternana Unicusano), Mauro Desantis (danza sportiva), Pietro Pallini (panathlon), Benito Montesi (pallavolo), Zefferino Mancini (tennistavolo), Fabrizio Di Patrizi (canottaggio), Fabio Casali e Valentina Pettinacci (special olimpycs), Marco Peciarolo (Fisdir), Raffaele Basile (futsal), Black & Blue Pisa 1983 (subbuteo), Giovanni Scordo (Circolo lavoratori Terni), Moreno Rosati (bocce), Roberto Pileri (motociclismo).
Tra i contributi speciali, l’intervista a Gabriele Scorsolini, il giovane scalatore ternano ipovedente il cui sogno è raggiungere la vetta dell’Everest. Ad accompagnare musicalmente ‘Umbria sport events’ sarà la ‘Terni jazz orchestra’ con una ‘sorpresa’ – un ospite di prestigio – attesa nel corso della serata.

lunedì 11 settembre 2017

Ph Credits: Stefano Principi
Comunicato

“Posso fare un applauso? Queste cose meritano di essere segnalate e sostenute e mi fa piacere che una comunità lontana dal luogo di origine del cantautore si occupi della sua professione, del suo linguaggio, della sue poesia. Endrigo è stato un grande e non c'è bisogno che lo dica io". (Peppe Vessicchio) Si è conclusa ieri con l’emozionate concerto di Dolcenera, la 6^ edizione del Tributo Endrigo Città di Terni. 

La coraggiosa scelta di Michele Rossi e dell’Associazione “Terni Città Futura”, che hanno deciso di trasformare quest’anno la manifestazione da un unico appuntamento musicale, a un vero e proprio festival dedicato alla musica d’autore, è stata premiata dalla grande partecipazione del pubblico. 

Per tre giorni la città ha apprezzato l’alta qualità degli interventi - tutti originali e pensati appositamente per il festival - e la scelta del tema declinato in contesti diversi che ha coinvolto e generato moltissime riflessioni: la musica leggera d’autore e il cantautorato italiano. 

Tre giornate dunque all’insegna dell’approfondimento culturale, hanno reso unico quello che ormai è considerato un imperdibile appuntamento di fine estate. Il pubblico ha dimostrato ancora una volta interesse e un forte senso di appartenenza nei confronti del Tributo che si è ormai radicato tra i principali appuntamenti culturali di Terni. Il format dell’edizione 2017 accanto all’evento che ha visto protagonista ieri sera la cantante salentina, ha proposto una serie di incontri con personaggi di primissimo piano del panorama nazionale della discografia, per reading, showcase e live che si sono concentrati nei giorni di giovedì e venerdì . 

L‘incontro “Il mestiere di scrivere canzoni” che il 7 settembre - giorno della morte di Endrigo - ha inaugurato il festival, ha ospitato alcuni tra i più importanti autori della musica italiana - i ternani Luca Angelosanti e Francesco Morettini su tutti ma anche Giuseppe Anastasi, Federica Camba, Daniele Coro e Giulia Anania; partendo dallo studio dell’eccezionale qualità della produzione musicale di Sergio Endrigo, lo stesso è diventando occasione di studio e riflessione sulla canzone di qualità, diventando un’ occasione di scambio con il pubblico che ha aperto un vero e proprio dibattito permeato da un grande senso artistico da parte di tutti gli interlocutori e conclusosi con un emozionate concerto degli autori che hanno proposto i loro successi scritti per gli interpreti più importati del panorama nazionale ed internazionale oltre ad alcuni brani di Sergio Endrigo. 

Venerdì il pubblico ternano ha accolto con grande entusiasmo anche il maestro Peppe Vessicchio che in un’intervista pubblica con il giornalista e blogger Paolo Gresta, ha spaziato da Endrigo all'imitazione di Baudo, dalla scrittura prodigiosa di Gino Paoli all’avventura Sanremese con Elio e le Storie Tese, dai pomodori cresciuti con la musica di Mozart a "quella volta che è nevicato a Sanremo", non risparmiando preziosi consigli ai numerosi giovani musicisti presenti in sala. 

La giornata si è poi conclusa con “TERNI CANTA ENDRIGO”, concerto che ha visto protagonisti il Laboratorio Jazz del Liceo Musicale "F. Angeloni", la Fondazione Alessandro Casagrande e alcuni gruppi emergenti locali che si sono cimentati con i più bei brani del repertorio di Endrigo. 
Il cuore dell'iniziativa è stato il concerto-tributo di ieri sera con Dolcenera che ha incantato la città coinvolgendo ed emozionando le oltre 2.000 persone presenti a Piazza Europa sia con il suo repertorio che con le versioni ri-arrangiate da lei di “Io che amo solo te”, “aria di neve”:::: e soprattutto “Ci vuole un fiore”, incarnando la tradizione di Endrigo con le sue sonorità più moderne. 

“Personalmente di questa faticosa edizione di tre giorni – commenta a caldo Michele Rossi Presidente dell’associazione Terni Città Futura – mi rimarrà il ricordo dell’incalzante pubblico all’incontro con gli autori, della gente fuori dal Teatro Secci impossibilitata ad entrare perché sold-out, l’immagine di un giovanissimo musicista che chiede timidamente consigli al Maestro Vessicchio e l’emozionante affaccio dal palco con una Piazza Europa gremita di gente. 

La soddisfazione che ci ripaga di tante fatiche è constatare che la città sostiene il Tributo a Sergio Endrigo”. 
L’iniziativa promossa dall’associazione Terni Città Futura, si è svolta sotto il patrocinio e il contributo del Comune di Terni, Regione Umbria, Camera di Commercio di Terni, Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni.

sabato 9 settembre 2017

Sulla pagina Fb, del Comitato di Via Angeloni, ieri sera è apparso un comunicato di "ringraziamento" agli organizzatori di TerniOn.
Ecco il testo integrale.

Via Angeloni sentitamente ringrazia l'organizzazione di TerniOn per la PORCATA che ci ha riservato. 
Da anni ci prodighiamo per organizzare eventi con le nostre uniche forze, sia economiche che fisiche, e con nostro immenso piacere vediamo che altre vie seguono l'esempio, perché il nostro obiettivo è mantenere viva questa città, e ci crediamo! 
Abbiamo iniziato con le aperture serali e sappiamo che altri ci seguiranno, speriamo tutti, é il nostro più grande desiderio...la cena in strada è stato un successone, altri lo stanno riproponendo, speriamo diventi una consuetudine! 
Puntiamo a ridare vita ad una città moribonda e stagnante, ma forse abbiamo un difetto: Non siamo schierati politicamente... forse due: abbiamo criticato apertamente questa amministrazione per il suo operato. Fatto sta' che noi ci diamo da fare e gli altri vengono pubblicizzati...saranno 'amici degli amici'?

Ok vi siete fatti la vostra conferenza stampa e vi farete la vostra festa... contenti voi! 
Noi domani vi invieremo  nostro programma anche se non vi interessa, forse potrebbe interessare a qualche ternano. 
Sarà sulla nostra pagina Fb, per tutti coloro che avranno voglia di partecipare e come nostra abitudine faremo il nostro lavoro con l'entusiasmo e la professionalità che ci contraddistingue... come sempre, ma questa volta fino a notte fonda, nonostante tutto e tutti, nonostante voi. 
Sarebbe bello riuscire a coordinare tutta la città organizzando i vari comitati in maniera intelligente, senza strumentalizzazioni...basterebbe avere avere gente intelligente.

venerdì 8 settembre 2017


Il Tenente Colonnello Pietro Petronio ha lasciato oggi il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Terni. 
Dopo aver diretto ieri la sua ultima operazione nel ternano, l’arresto dei due corrieri nordafricani che trasportavano 4 kg di hashish, ha assunto infatti stamani a Perugia il suo nuovo incarico di Stato Maggiore presso il Comando Legione, ossia quello di Comandante del Reparto Comando.

Termina così l’esperienza ternana dell’Ufficiale Superiore che nei suoi 6 anni di permanenza appena compiuti ha diretto con successo tante indagini delicate, quali ad esempio l’operazione “Ape Regina” che ha interrotto un giro di prostituzione di baby squillo e l’operazione “Infedele” con la quale è stata sgominata una banda di rapinatori di banche e furgoni portavalori, ed indagato, riuscendo ad individuarne gli autori, su diversi delitti efferati ed in particolare gli omicidi Moracci, Bellini e da ultimo Hyseni.

Il Colonnello Capasso, insieme a tutti gli Ufficiali ed al personale del Comando Provinciale, ha salutato con affetto il Tenente Colonnello Petronio augurandogli ulteriori soddisfazioni nel nuovo incarico.


Al suo posto al comando del Nucleo Investigativo è arrivato il Maggiore Giuseppe Nardò, già Comandante della Compagnia Carabinieri di Reggio Emilia.

“Anche un prodotto può aiutare” è lo slogan della nuova raccolta alimentare per le famiglie in difficoltà promossa dall’associazione Bruna Vecchietti.
Appuntamento sabato 9 settembre, dalle 9 alle 19, all’Eurospin di via del Rivo, a Terni. 

Anche questa volta la onlus raccoglierà, grazie al grande cuore di chi andrà a fare la spesa, prodotti alimentari a lunga conservazione, prodotti per l’igiene personale e della casa che saranno destinati alle tante famiglie piegate dalla crisi.
“Le famiglie in difficoltà nella nostra città sono sempre più numerose - dice la presidente Anna Maria Vecchietti - contiamo sulla collaborazione di tanti ternani che contribuiranno, anche regalando un solo prodotto, alla riuscita della raccolta alimentare”.
La onlus è da sempre in prima linea per aiutare le persone in difficoltà.


Da tre anni ha deciso di moltiplicare le giornate dedicate alla raccolta alimentare proprio in virtù del crescente numero di ternani che si rivolgono all’associazione per chiedere aiuto.

mercoledì 6 settembre 2017


Torna l'appuntamento "Tributo a Sergio Endrigo" che quest'anno sperimenterà l'ambiziosa formula dei tre giorni di Festival. 
Dal 7 al 9 settembre, dalla musicista, cantautrice e arrangiatrice e vincitrice come coach di the Voice of Italy Dolcenera, al musicista, arrangiatore, direttore d'orchestra, compositore e personaggio televisivo Peppe Vessicchio, una tre giorni di approfondimento,  una serie di incontri con personaggi di primissimo piano del panorama nazionale della discografia per reading, showcase, workshop e live per un festival dedicato alla musica d'autore.
Sesta edizione per il Tributo a Sergio Endrigo –città di Terni.
L’associazione Terni Città Futura ha costruito un articolato progetto al quale hanno aderito ben 72 sponsor tra piccole e medie imprese locali. 

Giovedì 7 settembre, a partire dalle ore 18 al Caos, si terrà “Il mestiere di scrivere canzoni”, un incontro con alcuni tra i più importanti autori della musica italiana come Luca Angelosanti, Francesco Morettini, Giuseppe Anastasi, Federica Camba, Daniele Coro, Giulia Anania. 
Non solo racconteranno aneddoti e curiosità ma spiegheranno come approcciarsi alla scrittura di una canzone oggi, su quale tecnica, metodo standard per la scrittura di un brano di musica leggera, fino ad indagare il processo dell’ispirazione. Alle ore 21 seguirà, presso il Teatro Secci, un concerto con i più grandi successi interpretati dai loro autori. 

Venerdì 8 sarà la volta del maestro Peppe Vessicchio che terrà alle ore 18, sempre al Caos, una conferenza/ intervista pubblica con il giornalista blogger musicale Paolo Gresta (The Parallel Vision) durante la quale racconterà la sua esperienza pluriennale di direttore d’orchestra. 
Alle ore 21 presso il Teatro Secci, è previsto un concerto dal titolo “Terni canta Endrigo”, presentato da Raffaele Riccardi, che vedrà protagonisti il Laboratorio Jazz del Liceo Musciale "F.Angeloni" di Terni, Vincenzo Rito- Lìposi, la Fondazione Alessandro Casagrande e alcuni gruppi emergenti locali - Tribù Nahars, ControTempo, Trio Alétheia, Little Peter & The Wolf, New Direction By Nania Live Band, Giovanni Artegiani, Upnea by Sintonie Terni - che si cimenteranno con i più bei brani del repertorio di Endrigo. 
Cuore dell'iniziativa resta il concerto-tributo che quest'anno è stato affidato a una delle cantautrici più poliedriche e capaci della nuova generazione: sul palco di Piazza Europa, in occasione della serata conclusiva sabato 9 settembre, si esibirà Dolcenera accompagnata dalla sua storica band. 
Un'innovatrice pura-spiegano gli organizzatori- dalla grande forza e determinazione vocale con un innato estro musicale e talento per la scrittura e la creatività. 
Dolcenera è capace di incarnare tradizione e modernità-spiegano gli organizzatori- proiettandosi verso suoni innovativi ed internazionali pur mostrandosi saldamente ancorata alla melodia e alla scrittura italiana; è proprio questa una delle motivazioni che ha fatto ricadere su di lei la scelta degli organizzatori, sicuri fin da subito che avrebbe amato il progetto ed accettato con entusiasmo di farne parte. 
L’iniziativa è promossa dall’associazione Terni Città Futura, con il patrocinio e il contributo del Comune di Terni, Regione Umbria, Camera di Commercio di Terni, Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni.
Gli eventi sono tutti gratuiti.



martedì 5 settembre 2017


Le attività della onlus I Pagliacci, nata anni fa per rendere meno doloroso il ricovero dei bambini nel reparto di pediatria dell’ospedale di Terni, si sono moltiplicate e vedono i volontari impegnati a fianco degli anziani ospiti delle case di riposo, dei bambini del centro Baobab, degli studenti e di chiunque sia in difficoltà.


Un impegno che non conosce soste e che anzi diventa più intenso nei periodi dedicati alle ferie estive. Anche lo scorso ferragosto ha visto i volontari guidati da Alessandro Rossi accanto ai piccoli degenti della pediatria senza dimenticare di regalare un sorriso ai nonnini e alle nonnine del Centro di Collerolletta. 
Nei giorni scorsi la onlus ha donato un lettino per i degenti del Centro riabilitativo Domus Gratiae.
“Per portare avanti le tantissime attività dell’associazione - dice il presidente, Alessandro Rossi - abbiamo bisogno di volontari motivati e preparati a dovere”.
A questo scopo la onlus organizza il corso di formazione per aspiranti Pagliacci.

“Il corso sarà totalmente gratuito - spiega Rossi - però come è evidente nel titolo che abbiamo scelto, Il gioco non è uno scherzo, occorrono disponibilità e professionalità”.

Il corso si terrà sabato 21 e domenica 22 ottobre, dalle ore 9 alle ore 18, nell’area lab del Caos, in via Campofregoso, 98. 

Gli aspiranti volontari dovranno inviare una mail di adesione al corso, con i propri dati e una breve descrizione personale, all’indirizzo ale.piediluco@libero.it entro mercoledì 20 settembre.

Sabato 7 ottobre, alle 17 e 30, ci sarà un incontro per illustrare i dettagli del corso.


lunedì 4 settembre 2017

Una Ternana all'arrembaggio mette paura alla più quotata Salernitana riuscendo a passare in vantaggio tre volte. 
Squadra spregiudicata con un classico 4-2-3-1 che nel secondo tempo viene modificata in corsa, con l'uscita di Tremolada e l'entrata in campo dell'esperto Vitiello per portare a casa i tre punti.

I tre punti sembravamo cosa fatta ma il calo fisico e un po' di sfortuna non hanno regalato il successo. Il pareggio non è una magra consolazione.

Nel finale prima con Albadoro e poi con Ferretti la Ternana ha provato a vincere fino alla fine.

Primo gol di Albadoro in serie B e magia di Tremolada, una vera spina nel fianco.

Il migliore per i rossoverdi è senza dubbio il motorino Tiscione.


Chapeau ai rossoverdi, gioco brioso, pressing alto con grande possesso palla, le statistiche finali percentualmente premiano la Salernitana per il controllo del pallone, dovuto ad un migliore secondo tempo. 
Un'altra partita come quella con l'Empoli che poteva essere messa in cascina ma allo stesso tempo poteva anche essere persa. Tante le occasioni per la Salernitana.

La politica dei piccoli passi per una squadra nuova e con tanti esordienti, con sicuro futuro, non fa gridare allo scandalo ma se giochi bene e sprechi tante energie i punti andrebbero conquistati.

La Ternana fisicamente sta bene ma i cambi del secondo tempo sono stati necessari per riequilibrare la squadra e gestire la stanchezza apparsa dopo i primi sessanta minuti.

Partite del genere vanno gestite anche con l'esperienza e magari con qualche accortezza tattica.

Una Ternana cosi' sbarazzina e piacevole da vedere, forse non la vedevamo da molto tempo, padrona del suo destino e senza calcoli, ci piace l'atteggiamento, ora sotto con il Cesena per i primi tre punti stagionali.

Il lavoro settimanale di Pochesci sotto porta si è visto, la Ternana è stata più cinica e concreta nella fase offensiva. Gli attaccanti crescono e i miglioramenti sono evidenti.



giovedì 31 agosto 2017


Da domani fino al 3 settembre parte l’edizione 2017 di “Narni Comics&Games”. 
Trentaquattro disegnatori di fama internazionale saranno in città per una tre giorni condita da mostre, incontri, presentazione di libri e laboratori. 

Un lungo week end dedicato ai fumetti d’autore che nelle sale del Museo Eroli ospiterà sette esposizioni di altrettanti importanti disegnatori: “Tex il magnifico fuorilegge” di Stefano Andreucci, disegnatore che vive a Narni, “Le Cronache di Van Helsing” di Salvo Coniglione, disegnatore siciliano, “Fantasticando” di Emilio Laiso, disegnatore per il fumetto americano, “Enrique Breccia e la sua arte” fumettista, pittore e illustratore argentino, “Donne che lasciano il segno” collettiva di 7 disegnatrici ospiti: Lola Airaghi, Barbara De Giorgio, Barbara Daniele, Ketty Formaggio, Cinzia Barone, Livia De Simone e Adriana Farina, una mostra fotografica del Gruppo di fotografia indipendente Officina 21F e “Contro la pena di morte”, con tavole di vari fumettisti messe a disposizione dalla Scuola Internazionale di Comics di Roma. 
Sempre al museo saranno presentati tre libri.

Sabato 2 settembre alle 17 sarà “Ventuno vicende vagamente vergognose” di Walter Lazzarin, il secondo, domenica 3 settembre alle 11.30, avrà invece come titolo “La Scelta” di Gianluca Buttalo e ancora domenica alle 16 chiuderà le presentazioni “Sarò Bre” di Moreno Burattini.
Omaggio a Narni inoltre con la presentazione, il sabato mattina, di un albetto dal titolo “Il Ruggito di Narnia” nato dalla collaborazione tra Giuseppe Fortunati e i ragazzi della Scuola di Fumetto del Museo Eroli.

La Loggia del Palazzo dei Priori sarà il parterre privilegiato dove gli artisti, che si preannunciano, secondo gli organizzatori, più numerosi rispetto allo scorso anno, e le giovani case editrici presenteranno i loro lavori.
A Piazza dei Priori poi otto gazebo saranno sede dei disegnatori di fama e dei giovani emergenti. 

In programma anche corsi di fumetto gratuito a cura di Mauro Laurenti e, nel giardino di Palazzo dei Priori, un tavolo Bonelli in cui si alterneranno i disegnatori bonelliani con sketch gratuiti che faranno interagire disegnatori e pubblico.

Due settimane di musica e cultura giapponese per la prima edizione del festival “Dal paese del Sol Levante” in programma ad Amelia dal 2 al 16 settembre per onorare i 150 anni di rapporti diplomatici fra Italia e Giappone

L’evento è organizzato dall’Unitrè di Amelia con il patrocinio della Provincia di Terni, dei Comuni di Amelia, Lugnano in Teverina ed Attigliano, della Fondazione Italia-Giappone e dell’ambasciata del Giappone, con la collaborazione della pro loco di Amelia e di numerose associazioni locali.


Ad aprire la rassegna, sabato 2 settembre, sarà il concerto della pianista Kikuko Kurose, residente da anni ad Amelia, di cui è cittadina onoraria, e fondatrice dell’associazione Concerts for classical Music Fans. 

Il programma offre concerti, scambi culturali, conferenze a tema, laboratori e presentazioni di libri, in particolare quello di Mario Vattani (“La via del Sol Levante, un viaggio giapponese”) sabato 16 settembre alle 18 a Palazzo Petrignani, alla presenza, oltre che dell’autore, anche di Gabriele Menegatti, ex ambasciatore italiano a Tokio e Pechino, ed Akanegakubo Tetsuro, giornalista dell’Associazione Stampa estera.

ranktrackr.net