LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

giovedì 19 gennaio 2017


Apre la stagione di Visioninmusica, venerdì 20 gennaio, alle ore 21 all’Auditorium Gazzoli di Terni, una produzione d’eccellenza targata Erri De Luca e Stefano Di Battista Quartet, con la voce di Nicky Nicolai su musiche di Maurizio Fabrizio. 
Riflessioni, canzoni, musiche, poi diventate uno spettacolo teatrale.
Erri De Luca è una delle ultime incarnazioni di una figura che ha segnato la cultura del Novecento e che oggi sembra irrimediabilmente estinta: quella dell’intellettuale. Un artista che non limita il proprio campo d’azione alla pagina scritta, ma lo allarga alla società che lo circonda, cercando di incidervi un segno.
Stefano Di Battista è il jazzista con curiosità in tutte le direzioni, anche le più inaspettate (lo provano le sue numerose partecipazioni al Festival di Sanremo). Insieme, De Luca e Di Battista hanno prodotto "La musica insieme", uscito presso Feltrinelli come libro, DVD e CD. 



mercoledì 18 gennaio 2017

Fonte: comune di Terni

Per la giornata di oggi l'attività didattica di ogni scuola di ordine e grado è sospesa in tutto il territorio comunale. 
Per quanto riguarda le date di chiusura e  di riapertura il Comune di Terni  è in attesa dell'incontro che si terrà oggi a Foligno della Protezione Civile regionale e delle prefetture di Terni e Perugia. 
Il Comune di Terni, infatti, terrà conto delle indicazioni regionali al fine di una uniformità territoriale. Queste sono le primissime risultanze della riunione in corso nella nuova sede comunale del Coc della Protezione Civile.


Nella riunione del Centro operativo comunale della protezione civile, che è in corso, si sta decidendo di procedere ad una nuova verifica di tutti gli edifici scolastici comunali, alla luce dei nuovi eventi sismici di oggi.


Aggiornamento:
le lezioni, salvo diverse disposizioni, riprenderanno lunedi' 23 gennaio.




Forte scossa di terremoto nel centro Italia, avvertita nel centro Italia e anche a Roma.
Seguono aggiornamenti: magnitudo superiore a 5. I primi dati parlano di 5.3 epicentro tra l'Aquila e Rieti
Alle 11.15 nuova scossa superiore alla precedente. Tratte ferroviarie Terni, L'Aquila-Rieti bloccate. Magnitudo 5.6
Scuole evacuate a Terni

martedì 17 gennaio 2017


A seguito delle numerose richieste l' Asm ha provveduto a modificare le giornate di raccolta della plastica e del vetro, nelle zone di Terni Nord e Centro Storico.

Pertanto, la plastica sarà raccolta nella giornata di mercoledì e il vetro sarà raccolto nella giornata di sabato.
Resta invariato tutto il resto.

Per avvisare i cittadini residenti nelle suddette zone, ASM Terni S.p.A. sta svolgendo un servizio di cassettaggio nelle zone di Terni Nord e del Centro Storico, distribuendo il nuovo calendario di raccolta dei rifiuti per le utenze domestiche.

Il calendario è consultabile su www.asmterni.it e www.unviaggiochiamatoambiente.it.

Sul sito www.asmterni.it è possibile conoscere in quale zona è ricompresa la propria abitazione, inserendo la via in cui è sita.

Si ricorda che i contenitori vanno esposti dalle ore 22 della sera precedente il giorno del ritiro.
Si consiglia di esporli preferibilmente entro le ore 6, orario di inizio delle operazioni di raccolta e, comunque, non oltre le ore 8.


Avv. Carlo Viola

Mercoledì 11 gennaio, è stata costituita l’associazione “Iniziativa Liberale” (IL), la cui finalità è quella di dare vita ad uno spazio condiviso - ispirato ai valori della migliore tradizione liberale - aperto a tutti coloro che intendono contribuire alle scelte di vita politica e culturale, che interessano il nostro territorio e la cittadinanza.

Il Presidente Carlo Viola intende fungere da impulso propositivo e costruttivo in un momento in cui la nostra società vive una fase di profonda crisi del proprio modello di sviluppo, con lo scopo di riportare quell’entusiasmo e quello spirito partecipativo di cui ormai si sente sempre più la necessità. 

Il nome “Iniziativa Liberale”, scelto non a caso dai fondatori, sta proprio ad indicare il desiderio di incoraggiare la partecipazione alla vita pubblica e la costruzione di una nuova cultura civica, volta a favorire lo sviluppo della comunità, ottimizzando le risorse presenti nel nostro territorio

Proprio per tale ragione, i soci promuoveranno una serie di iniziative, dalle pubblicazioni fino a convegni e dibattiti per l'elaborazione di proposte sostenibili per la collettività.


In questa precisa ottica, l’associazione ha già fissato un primo appuntamento con la cittadinanza, alle ore 17.00 del 27.01.2017. 
Presso l’Hotel Garden di Terni, difatti, si terrà il convengno: “La città che abitiamo, l'aria che respiriamo. Idee ed azioni per l'ambiente del nostro territorio.“, il cui obiettivo sarà quello di fornire una visione bilanciata e scientificamente documenta della reale situazione di rischio per la salute pubblica e dello stato ecologico del comprensorio, nonché alcuni spunti di riflessione e proposte per dimostrare che migliorare ambiente e salute si può (e si deve), ricorrendo a strumenti ed approcci innovativi, oltre che economicamente sostenibili.

lunedì 16 gennaio 2017


di Enrico Melasecche

Era il 2000 e Raffaelli, neosindaco di Terni, fece di tutto e di più per promuovere la nascita di quello che era il terzo inceneritore di Terni. 
Decine e decine di comunicati stampa ripercorrono quella fase storica. 

Il 18.02.2000 Raffaelli comunica, parole testuali, che: "la realizzazione di questo tipo di centrali, di piccole dimensioni, è incentivato dall'Unione Europea perché questi impianti rappresentano l'applicazione delle direttive più moderne e avanzate in fatto di produzione di energia elettrica rispettosa dell'ambiente....in particolare il Sindaco ha reso noto che l'energia ricavata servirà anche per dare sostegno a un impianto, presso la piana di Maratta, di agricoltura biologica. 

Il progetto della Printer ha ricevuto tutte le autorizzazioni dovute ed è sicuramente positivo il suo saldo ecologico, positivo anche dal punto di vista industriale, in quanto assicura occupazione e soprattutto l'energia prodotta può essere utilizzata da ulteriori iniziative industriali.

Il problema é anche quello di dar luogo a un nuovo sviluppo dell'assetto industriale di Terni, per dare risposte a un sempre più crescente bisogno di lavoro da parte delle nuove generazioni. 
Uno sviluppo che deve essere sostenibile, rispettoso dell'ambiente.

Bocciare il progetto della Printer senza motivazioni valide per il Sindaco significherebbe anche dare un segnale del tutto negativo a quegli imprenditori che vorrebbero investire sul territorio."

Facciamo una disamina in nove punti. 
1)- Saldo ecologico positivo? Falso in modo abbastanza becero. Il "negazionismo ambientale" costituiva la filosofia  alla base della politica della sinistra a Terni. L'arroganza al potere si permetteva di fare dichiarazioni a dir poco esilaranti. Bruciare decine di migliaia di tonnellate al centro della Conca ternana non poteva non rappresentare un nocumento grave ed immediatamente percepibile. 
2)- Industrialmente positivo? Posti di lavoro pochissimi. 
3)- Immagine della città? Quella di città inquinata, penalizzata da impianti che disincentivano produzioni agricole ed alimentari ma anche l'afflusso di nuove famiglie residenti. 
4)- Agricoltura biologica? Mai una sola serra è stata realizzata. Se tale sviluppo faceva parte seriamente del progetto avrebbe dovuto costituire non una vaga promessa descrittiva, tanto per irretire la pubblica opinione, ma avrebbe dovuto essere parte integrante dello stesso. 
5)- Energia per il territorio? Falso perché l'energia prodotta viene ceduta alla rete nazionale e non incentiva né ha incentivato una sola iniziative industriale in loco. 
6)- Biomasse? Solo a parole perché da anni ormai utilizza pulper, residuo inquinante della produzione della carta, ricco di plastica e cloro che deve essere bruciato ad altissime temperature per non emettere diossina dai camini. 
7)- Solo Biomasse vergini? Ha bruciato anche CDR, combustibile da rifiuti, per 18 mesi, grazie alla volontà politica di farlo acquistare dall'ASM, con una manovra dagli aspetti poco chiari.
8)- Traffico? Migliaia di mezzi pesanti importano da fuori regione il pulper impregnato d'acqua e riportano fuori le ceneri per essere smaltite; maggiore traffico, inquinamento, usura delle strade. 
9)- Regolarità nella gestione? Sono stati accertati a posteriori, rilevanti sforamenti nelle quantità e tipologie di carburanti utilizzati, cosa molto grave, in considerazione dei mancati controlli da parte delle autorità competenti. 

Il bilancio complessivo a distanza di quindici anni è drammaticamente negativo. 
Una cultura, quella del "negazionismo ambientale" della sinistra ternana che in questi anni ha non solo gravemente sottovalutato il problema dell'inquinamento e delle malattie tumorali ed allergiche connesse, ha penalizzato la città come immagine riducendo la residua attrattività, unica in Umbria in cui sono stati costruiti ben tre inceneritori, ma ha anche concepito una industrializzazione residuale da paese sottosviluppato. Rimane l'amarezza di sponsorizzazioni politiche, di sinistra ma anche di alcuni rappresentanti del centro destra che hanno prodotto un danno grave alla città. 


Dopo quello che è accaduto il Comune deve intervenire presso la Regione affinché cessi definitivamente a Terni l'incenerimento di rifiuti importati da fuori regione, ruolo da città colonizzata ed incompatibile con una immagine di territorio salubre ed attrattivo che voglia realmente perseguire una ripresa economica ed industriale di alto livello qualitativo. 







La Ternana Calcio comunica di aver ingaggiato il difensore ex Lazio, Sampdoria e Frosinone, Modibo Diakité. Il calciatore francese, classe ’87, si è legato alla Società rossoverde fino al 30 giugno 2017 e da domani sarà a disposizione di mister Carbone.
Per Monachello ex Bari e di proprietà dell'Atalanta, le società sono vicine all'accordo.



“In quattro giorni sono state raccolte 153 sacche di sangue, una media di 38 al giorno, che hanno fatto fronte all’immediata esigenza, ma che non sono ancora sufficienti per tornare alla normale programmazione”.

A dirlo è Dino Iannaccio, presidente provinciale di Avis Terni, che ringrazia i donatori periodici che hanno aderito all’appello per l’emergenza sangue della settimana scorsa ed esprime gratitudine ai tanti donatori che si sono recati ai Centri di raccolta sangue ma che non hanno potuto donare per impedimenti medici.

“Il confronto con i prelievi del gennaio 2016 non ci permette di stare tranquilli - dice Iannaccio - nei primi 15 giorni di questo mese, le donazioni sono con segno negativo (-6) con una proiezione di -20 donazioni a fine mese. Per garantire gli interventi chirurgici e le terapie mediche, che utilizzano il sangue o suoi derivati, servono 50 donazioni al giorno”.

La necessità urgente di donazioni dunque persiste, e servono tutti gruppi sanguigni.

Mercoledì 18 gennaio il SIT di Terni effettuerà una apertura straordinaria pomeridiana, dalle 14 alle 16.
Non sarà necessario essere a digiuno, basta che sia stato fatto un leggero pranzo almeno 4 ore prima della donazione. 

“Facciamo appello ai donatori periodici - aggiunge Iannaccio - affinché contattino le Avis comunali della provincia di Terni per poi recarsi ai Centri di raccolta sangue. Invitiamo i cittadini della provincia, non associati, a contattare i CRS degli ospedali di Terni, Narni/Amelia e Orvieto tramite i relativi centralini.
Esortiamo ogni cittadino in buona salute, con un peso non inferiore a 50 kg., un’età tra 18 e 65 anni e un buono stato generale di salute a donare il Sangue o i suoi componenti.

Per ogni controindicazione si rivolgano con fiducia ai medici dei Centri di Raccolta, grazie alla loro professionalità e preparazione sapranno valutare ogni singolo caso”.


domenica 15 gennaio 2017



La polizia ferroviaria entra nelle scuole per diffondere l’educazione alla legalità tra gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori.
Fa tappa anche a Terni il progetto “Train … to be cool” lunedì 16 gennaio al Liceo Scientifico “Donatelli”. 
Train non solo come treno, perciò, ma anche come formazione, allenamento, così da essere cool: forti, in gamba, insomma “fichi”, secondo il linguaggio giovanile.
La campagna, nata all’inizio del 2013, consiste in una serie di incontri tenuti da poliziotti presso le scuole di tutta Italia.
L’iniziativa nasce per avvicinare i ragazzi, fruitori del mezzo ferroviario, al fine di renderli consapevoli dei rischi presenti nello scenario ferroviario e per diffondere tra loro la cultura della legalità e della sicurezza, sensibilizzandoli ad adottare comportamenti responsabili per la propria ed altrui incolumità.
Sostare in stazione, transitarvi, fermarsi alle biglietterie, comporta la conoscenza di alcune regole di comportamento da seguire per evitare di trovarsi in situazioni spiacevoli.
Negli incontri, verranno discussi fatti di cronaca avvenuti in tutto il territorio nazionale che hanno visto giovani rimanere vittime di incidenti derivanti dall’adozione di comportamenti a rischio.
I poliziotti impegnati nell’iniziativa, in totale sono 100 e fino ad oggi l’iniziativa ha raggiunto oltre 33 mila studenti di tutta la Penisola.

sabato 14 gennaio 2017


Dal sito del comune di Terni.

“Sempre nell’ottica di un rapporto di massima trasparenza con la comunità di cui sono sindaco, rendo noto – dichiara Leopoldo Di Girolamo – che mi è stato notificato l’avviso di richiesta di proroga del termine per il compimento delle indagini preliminari relativamente alla ipotesi di reato dell’art. 452 terdecies cp iscritto nel registro delle notizie di reato il 27 aprile 2016. 

Si tratterebbe di una ipotesi di mancata bonifica o ripristino di stato dei luoghi. 

Non posso essere più preciso in quanto non sono a conoscenza di nessun altro elemento e sono nella impossibilità formale e sostanziale di dettagliare ulteriormente la fattispecie legale, anche in ordine ai fatti materiali a cui si possa fare riferimento. 

Come già fatto ieri ribadisco serenità, convinto che la correttezza del mio operato e di quella dell’Amministrazione emergeranno con nettezza”.

mercoledì 11 gennaio 2017



A poco più di un anno dall’inizio dei lavori, questa mattina l’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni ha inaugurato la struttura di Radioterapia oncologica, ristrutturata e ampliata con un nuovo bunker dove è stato installato un Acceleratore lineare di ultima generazione. 

Hanno tagliato il nastro la presidente della Regione UmbriaCatiuscia Marini, con il vicepresidente Fabio Paparelli e l’assessore regionale alla Salute Coesione sociale e Welfare Luca Barberini, il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, il direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Terni Maurizio Dal Maso, ed Ernesto Maranzano, direttore del dipartimento di Oncologia e della struttura di Radioterapia oncologica.  

Presenti anche il direttore amministrativo e sanitario, Riccardo Brugnetta e Sandro Fratini, altre autorità del territorio insieme a numerosi professionisti dell’ospedale.

Iniziati a ottobre 2015 e ultimati lo scorso novembre, i lavori hanno comportato un investimento di 3,3 milioni di euro, di cui quasi 2 milioni per apparecchiature (acceleratore lineare e simulatore tac), e comprendono anche gli interventi per la realizzazione di una sala d’attesa a servizio del nuovo acceleratore, la modifica della sala che ospita il nuovo TC simulatore e nuovi servizi igienici.

“La struttura – ha spiegato il direttore generale Maurizio Dal Maso – ora dispone di due acceleratori lineari, un nuovo moderno TC-Simulatore e un proiettore per la brachiterapia. Una dotazione tecnologica importante, che ci consentirà di aumentare sensibilmente sia il numero sia la qualità delle prestazioni erogate,  con possibilità di utilizzare le tecniche più evolute ad oggi disponibili che si aggiungeranno ai raffinati trattamenti già utilizzati come la radiochirurgia, la radioterapia stereotassica toraco-addominale e la radioterapia ad intensità modulare”. 

“Con il nuovo acceleratore lineare oltre ad effettuare tutte le tecniche già in uso nella struttura (radioterapia conformazionale, ad intensità modulata di dose e stereotassica corporea e cerebrale, radiochirurgia compresa) – ha spiegato il dottor Ernesto Maranzano - si potranno controllare tutti i trattamenti grazie alla TC installata direttamente sull’acceleratore stesso. Questo significa aumentare ulteriormente la qualità dei trattamenti, potendo controllare in tempo reale la correttezza di quanto si sta facendo. La radioterapia è guidata dalle immagini e tiene conto anche della quarta dimensione, vale a dire il tempo.


lunedì 9 gennaio 2017


Saranno i giornalisti del Corriere della Sera Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella intervistati da Gaia Tortora, giornalista del Tg La7, i protagonisti della seconda Conversazione sulla Legalità promossa da Acciai Speciali Terni e Confindustria Umbria nell’ambito del Protocollo d’intesa con la Prefettura di Terni sulla lotta alla corruzione a palazzo Gazzoli il 10 gennaio alle ore 18. L'ingresso è libero.
I giornalisti Rizzo e Stella con sarcasmo e intelligenza raccontano la realtà italiana, denunciando i più emblematici casi di corruzione e di sprechi. 
La Casta, nel 2007 è diventato il libro-inchiesta sul tema della corruzione, un bestseller degli ultimi tempi. 

"Fuori dall’ombra, uniti contro la corruzione" 

Con questo slogan Ast e Confindustria Umbria hanno voluto sintetizzare i due concetti che guidano nella quotidianità il lavoro: trasparenza dei comportamenti e coesione intorno al valore dell’onestà. 

Per l’Amministratore Delegato Ast Burelli, trasparenza significa un modello organizzativo dove sia definibile la paternità e la responsabilità di chi compie le scelte; dove siano chiari i ruoli, i poteri decisionali e le deleghe. 

Significa dotarsi di procedure di tracciabilità delle azioni intraprese e delle decisioni assunte. 
Uniti contro la corruzione significa fare sistema, innescare una spirale di comportamenti virtuosi, essere capaci, in ogni momento, di respingere i tentativi di infiltrazione. 
Significa coinvolgere in questo cammino la comunità e le istituzioni del territorio che ci ospita. 

Il Protocollo sulla Legalità, conclude l'Ad è un impegno alla coerenza e al rispetto delle regole sia come valore assoluto sia come motore di sviluppo economico e sociale e gli appuntamenti con i Legality Days vogliono essere il momento di incontro con il tessuto sociale della città: dalle istituzioni al mondo della scuola, dai cittadini all’imprenditoria
.
L’impegno di AST sulla legalità proseguirà poi con una nuova iniziativa: lo slogan Fuori dall’ombra, uniti contro la corruzione sarà ben in evidenza lungo viale Brin, dove saranno montati una trentina di stendardi che parleranno della campagna di AST contro la corruzione.



Il nuovo Presidente della provincia di Terni è Giampiero Lattanzi che con il 71,1% ha avuto la meglio sul sindaco di Amelia Laura Pernazza, che si è fermata a 28,9%.
I 298 votanti tra sindaci e consiglieri comunali hanno determinato il nuovo Consiglio provinciale di Terni.

La lista "Democratici, progressisti e riformisti per la nuova area vasta di Terni" ha ottenuto 203 voti e otto consiglieri: Renato Bartolini, Giuseppe Germani, Leonardo Grimani, Federico Novelli, Valdimiro Orsini, Sandro Piccinini, Marco Rosati e Sandro Spaccasassi.
La lista "Provincia Civica" ha ottenuto 54 voti e due consiglieri: Francesca Fiorucci e Leonardo Pimpinelli.
La lista "Progetto Civico" ha ottenuto 33 voti e non ha eletto nessun consigliere.






L’Umbria con 65 Comuni in cui i cittadini, al momento del rilascio o rinnovo della carta d’identità, possono manifestare una dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti, si conferma come una regione all’insegna della solidarietà: il dato è emerso stamani a Perugia nel corso di una conferenza stampa organizzata dall’Assessorato regionale alla Coesione sociale, salute e Welfare, con l’obiettivo di illustrare, alla presenza dell’assessore Luca Barberini, i risultati del progetto “Una Scelta in Comune”, promosso dalla Regione Umbria - Direzione Salute, in sinergia con Federsanità Nazionale, Federsanità Anci Umbria, Centro Nazionale Trapianti e Centro Regionale Trapianti, e che permette, a chi rinnova o richiede la Carta d'Identità, di registrare all'Ufficio Anagrafe del Comune di residenza la dichiarazione di volontà sulla Donazione di Organi e Tessuti. 

Oltre all’assessore Barberini, sono intervenuti il direttore di Federsanità nazionale - Anci, Enzo Chilelli, i rappresentanti del Centro nazionale Trapianti, i rappresentanti di Anci Umbria, il sindaco del Comune di Terni nonché vicepresidente di Federsanità – Anci Umbria, Leopoldo Di Girolamo, i rappresentanti delle associazioni di settore.

  “Il progetto che permette ai cittadini di esprimersi sulla dichiarazione di organi e tessuti al rinnovo del documento di identità – ha spiegato l’assessore Barberini -  è stato lanciato nel 2012 nei Comuni di Perugia e Terni. 
È stata una sfida che come Regione abbiamo raccolto e deciso di superare insieme ai tanti partner istituzionali che ci hanno accompagnato in questa avventura. 
Dopo 4 anni i risultati sono più che soddisfacenti, con 65 Comuni che hanno aderito e 22.661 mila dichiarazioni di volontà raccolte dagli uffici anagrafe, ovvero più del quadruplo delle dichiarazioni di volontà raccolte nelle Asl in circa 17 anni. 
Nei restanti 27 Comuni umbri, molti dei quali sono piccoli, il progetto è in fase di attivazione anche se in alcune realtà ha subito un rallentamento in seguito agli eventi sismici. 

Da segnalare – aggiunge l’assessore – che oltre il 90 per cento delle dichiarazioni espresse dai cittadini sono di consenso alla donazione, a testimonianza dell’efficacia della campagna informativa che è stata diffusa in modo capillare, anche grazie alla collaborazione stretta dei Comuni e dei funzionari degli uffici anagrafe”. 

“L’Umbria – ha proseguito Barberini – è stata la Regione capofila di un progetto del Centro Nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie finanziato dal Ministero della Salute che, proprio per i buoni risultati raggiunti, è stato adottato anche da altre Regioni e da 1500 comuni.
In proposito è stato ricordato che la Regione ha attivato il sito regionale www.regione.umbria.it/salute/donazione-organi-e-tessuti-una-scelta-in-comune, il tutorial per gli operatori e uno spot TV. 

Inoltre, da fine novembre 2016 è stata avviata una campagna pubblicitaria su Facebook (Una Scelta In Comune Umbria) finalizzata ad aumentare la diffusione della pagina dedicata all’iniziativa e dei suoi contenuti.






domenica 8 gennaio 2017



Questo pomeriggio il mister Carbone ha fatto gli onori di casa presentando il nuovo Ds Danilo Pagni.

Per la Ternana c'è sola una cura, la compattezza dell'ambiente, senza parlare del passato dobbiamo dimostrare all'esterno la nostra forza e superare le difficoltà.

Danilo Pagni ha dichiarato che sarà l'unico responsabile del mercato, sono responsabile di me stesso e il mio ingaggio scadrà a giugno. 

Il Ds dichiara che fino ad ora ha avuto contatti solo con Carbone.

Le società di A pescano dalla B e le funzioni del Ds debbono fare da filtro decongestionando il lavoro del mister.  
Credo fortissimamente nel mio lavoro e organizzerò riunioni con tutte le componenti dello staff.

Lo spirito di appartenenza, precisa mister Carbone, sarà fondamentale e da domani chi non rema dalla stessa parte o non vuol rimanere, basta che lo dica, dopo Carpi qualcosa è cambiato e qualcuno ha mollato


Il mercato dovrà permettere di alzare l'asticella e la qualità del gruppo. 

La posizione di classifica certamente non rende appetibile alcuni trasferimenti ma la piazza è fortemente gradita da tanti giocatori. La serietà della società è un valore che poche realtà hanno nel campionato cadetto.

Costruire e investire, chi viene a Terni deve sposare un progetto a lungo termine.


Un uomo per ogni reparto e per l'attacco mister Carbone si sbilancia indicandone forse due.


Sul mercato siamo ambiziosissimi, prosegue Pagni, seguiamo determinati giocatori e conoscendo bene la dirigenza, interviene il mister, se servisse un sacrificio fuori dal budget previsto sicuramente non si tirerebbero indietro. Il salary cap può essere sforato.

Il mercato di riparazione è difficile e per il calcio italiano è un vezzo arrivare fino all'ultimo secondo, qualche giorno in piu' ci vorrà per raggiungere i grandi obiettivi, altrimenti punteremo su altre scelte.


Ora dice Danilo Pagni bisogna pensare subito al Pisa, ci sono in palio non solo tre punti, bensi' sette (la penalizzazione dei toscani per i mancati pagamenti sarebbe di quattro punti).



Lo spessore e il valore di un individuo si misurano dalla sua passione e dalla sua gioia. La passione e la gioia che esso immette nella vita e nel lavoro.


Sergio vibrava di una passione smisurata per il suo lavoro e immetteva, anzi direi proprio iniettava, al pari di una siringa, frammenti di gioia quotidiana. Li sparava sulle locandine, le cosiddette “civette”, che urlano titoli, a volte improbabili, per richiamare l’attenzione dei lettori e invogliarli all’acquisto del quotidiano. Sergio le personalizzava, fino a renderle buffe, simpatiche, le animava al limite del grottesco, regalando un teatro dell’assurdo che faceva sorridere e riflettere i lettori. Riusciva a strappare risate ironiche ed amare, sintesi di un raffinato gusto della satira e dello sberleffo, sempre educato e mai fuori dalle righe. 

Sergio intendeva il suo lavoro,  come fosse una missione di presidio del territorio, dentro il quale contribuiva a diffondere la stampa quotidiana e periodica. Ci credeva con un tale impegno e fede che, anche ora, con la crisi oggettiva della stampa, con il calo delle diffusioni e l’avvento delle nuove tecnologie, immaginava comunque una ripresa, un rilancio e un ruolo imprescindibile del rivenditore di giornali e dell’edicola, intesa come presidio, come faro che illumina, anche in presenza di un territorio commerciale abbandonato e spento. Botteghe oscure disseminate in centro determinano angoscia e tristezza. Sergio lavorava con gli altri commercianti affinché questo non avvenisse, affinché le botteghe potessero riprendere luce e vigore. 

La lettera di saluto ai lettori e ai clienti, che aveva affisso alla sua edicola, ceduta dopo 50 anni di onorato servizio,  rappresenta il suo commiato, con cui prendeva licenza da una professione che lo aveva visto impegnato a difendere i valori di pluralismo e di associazione, di solidarietà e di aiuto alla collettività. In essa c’è il richiamo all’art. 21 della Costituzione Italiana, quello che tutela e protegge la libertà di stampa e di opinione e la circolazione delle libere idee. Per lui la stampa e la diffusione della stampa, garantita da migliaia di lavoratori che alzano le saracinesche all’alba e si sporcano le mani del nero della stampa, per garantire a tutti l’accesso all’informazione e la libera circolazione delle idee, non avrebbe mai avuto fine, e anzi, prevedeva un rilancio.

Scompare con lui una figura mitica del rivenditore di giornali, unica nel suo genere. Ne verranno altre, si succederanno altri rivenditori, ma saranno diversi, non incarneranno quella passione e quella gioia che aveva Sergio e che soprattutto sapeva trasmettere alla gente.
E ora, che sei volato via, leggero, come un foglio di giornale trascinato in aria dal vento, caro Sergio, proteggi e incoraggia questi tuoi poveri colleghi. Ci occorre il tuono della tua voce. 
Possa il tuo ricordo essere una benedizione.

Ciao, “Pasquino”
Massimo Ciarulli


sabato 7 gennaio 2017


Lunedì 9 gennaio, alle ore 11,30, alla Sala Fiume di Palazzo Donini, si terrà una conferenza stampa per illustrare i risultati del progetto “Una Scelta in Comune”, promosso dalla Regione Umbria - Direzione Salute, in sinergia con Federsanità Nazionale, Federsanità Anci Umbria, Centro Nazionale Trapianti e Centro Regionale Trapianti che permette, a chi rinnova o richiede la Carta d'Identità, di registrare all'Ufficio Anagrafe del Comune di residenza la dichiarazione di volontà sulla Donazione di Organi e Tessuti.


Interverranno l’assessore regionale Luca Barberini, il direttore di Federsanità nazionale, Enzo Chilelli, i rappresentanti del Centro nazionale Trapianti, i rappresentanti di Anci Umbria, i sindaci dei due Comuni capofila che hanno permesso la sperimentazione del progetto, Perugia e Terni, i rappresentanti delle associazioni di settore.

venerdì 6 gennaio 2017


Domenica 8 gennaio si vota per scegliere il nuovo presidente della Provincia e il nuovo Consiglio provinciale di Terni. 

Il seggio aprirà alle ore 8 nella sala del Consiglio di palazzo Bazzani e chiuderà alle 20. 

Lo scrutinio si svolgerà lunedì 9 gennaio a partire dalle 8.

Le elezioni sono di secondo livello e danno diritto ad un voto attivo e passivo a sindaci e consiglieri comunali dei trentatré comuni della provincia di Terni. 
Può essere eletto presidente uno dei sindaci in carica ed il cui mandato non scada prima dell’8 luglio 2018. 
A consiglieri possono invece essere eletti i sindaci e i consiglieri comunali in carica alla data del 19 dicembre 2016. 

Due i candidati a presidente: Giampiero Lattanzi, sindaco di Guardea, e Laura Pernazza, sindaca di Amelia. 

Tre invece le liste per il Consiglio provinciale. In ordine cronologico di presentazione: 

1) “Provincia Civica” / candidati: Mario Canneori (consigliere Montecchio), Francesco Maria Ferranti (consigliere Terni), Francesca Fiorucci (consigliera Calvi dell’Umbria), Riccardo Nucci (consigliere San Venanzo), Leonardo Pimpinelli (consigliere Amelia). 
2) “Progetto Civico” / candidati: Sabina Accorroni (consigliera Montecastrilli), Alessandro Fani (consigliere Otricoli), Stefano Olimpieri (consigliere Orvieto), Gianpaolo Paglialunga (vice sindaco di Castel Giorgio), Nicola Zappitello (consigliere Castel Viscardo). 
3) “Democratici, progressisti e riformisti per la nuova area vasta di Terni” / candidati: Renato Bartolini (consigliere Terni), Elisabetta Corbucci (consigliera Stroncone), Giuseppe Germani (sindaco di Orvieto), Leonardo Grimani (sindaco di San Gemini), Federico Novelli (consigliere Narni), Valdimiro Orsini (consigliere Terni), Sandro Piccinini (consigliere Terni), Marco Rosati (consigliere Giove), Sandro Spaccasassi (vice sindaco Calvi dell’Umbria), Isabella Tedeschini (assessora Parrano). 

I voti espressi sono ponderati in base al numero di abitanti di ogni Comune, legge 56/2014 Delrio. 
I Comuni sono classificati per fasce demografiche, a cui verranno attribuite differenti colori di schede elettorali.



giovedì 5 gennaio 2017




Questa sera dalle 22 circa, a Terni, sta nevicando con buona intensità.
Le strade sono già ricoperte di bianco e complici le temperature basse di questa notte domani mattina le strade saranno sicuramente ghiacciate. L'attenzione è d'obbligo per tutti i cittadini sia a piedi che con veicoli.


Una nuova convocazione in nazionale per Leonardo Ubaldi, centravanti della Spal Primavera. 
Dopo la chiamata nell' under 17 del novembre scorso, per un quadrangolare in Cina, l’atleta ternano sale nel gradino più alto della nazionale under 18. 

Si terrà a Roma dal 9 all’11 gennaio il Torneo dei Gironi, annuale appuntamento calcistico per  60 ragazzi under 18 del nostro campionato di A e B. 
I migliori talenti del calcio giovanile italiano si sfidano con il vivaio under 18, guidato dal Tecnico  Federale Paolo Nicolato, che da sempre rappresenta un trampolino di lancio per le nazionali under 19 e 21. 
Il cammino in azzurro di Leonardo Ubaldi continua. 
Oggi gli “azzurrini” in attesa di un azzurro maggiore
Ne ha le qualità e i tecnici se ne sono accorti scommettendo su di lui. 
A Leonardo non spetta che fare la sua parte, cercare la porta e fare gol.
In bocca al lupo Leo!

mercoledì 4 gennaio 2017


Mille e trecento persone, cinque Comuni con i rispettivi sindaci, una serie di associazioni, gruppi e animatori tra cui i Re Magi da Giove, gli sbandieratori di Amelia e gli infioratori di San Gemini. 

Sono i numeri della spedizione che partirà dalla provincia di Terni per animare la prestigiosa sfilata 2017 di “Viva la Befana” in programma in Vaticano il 6 gennaio e che quest’anno sarà animata dai Comuni di Giove, capofila, Amelia, Acquasparta, San Gemini e Otricoli. 

L’iniziativa è stata presentata questa mattina in Provincia dalla vice sindaca di Giove Elisabetta Pevarello, dal sindaco di Acquasparta Roberto Romani, dai vice sindaco di San Gemini, Mimma Trotti, e Otricoli Nico Nunzi, e dal presidente dell’ente Palio dei Colombi di Amelia Alberto Rini. 

I Comuni porteranno tre doni a Papa Francesco: un’opera in ceramica, un quadro realizzato con le tecniche dell’infioratura e un ulivo a cui saranno appesi tre contenitori di ceramica a forma di goccia, contenenti olio, vino e acqua Sangemini. 
Otricoli rievocherà l’antica Roma, Amelia e San Gemini il Medioevo, Giove e Acquasparta il Rinascimento. 
I ringraziamenti non sono mancati alle associazioni e ai gruppi che si stanno impegnando per la riuscita della manifestazione. 

La sfilata, sottolineano i promotori, sarà un'eccezionale occasione di promozione. "Sono previsti più di 100mila spettatori ai quali verrà mostrato il meglio delle nostre terre, dal punto di vista turistico-culturale e sociale".


martedì 3 gennaio 2017


In Umbria i saldi invernali partiranno il 5 gennaio, dureranno 60 giorni e termineranno il 5 marzo. 

Secondo le stime dell'Ufficio Studi di Confcommercio ogni famiglia spenderà 344 euro per l'acquisto di capi d'abbigliamento, calzature, pelletteria, accessori ed articoli sportivi, in pratica come nell'anno precedente. 

“L’Umbria - commenta Carlo Petrini, presidente Federmoda Confcommercio Umbria - è tra le regioni che più di altre hanno subito gli effetti di quella mancanza di stabilità che gela i consumi e di cui tutti hanno bisogno per affrontare con fiducia il futuro.  
Sarà difficile colmare con i saldi il gap commerciale che si è creato, ma le vendite di fine stagione saranno sempre una straordinaria opportunità per i consumatori”.


venerdì 30 dicembre 2016



Un 2016 impegnativo ma contraddistinto da una tranquillità sociale dovuta in buona parte ad una capillare attività preventiva che ha funzionato bene. 

Così il Prefetto di Terni Angela Pagliuca ed il Questore di Terni Carmine Belfiore, tracciano il bilancio delle attività svolte e dei risultati raggiunti nel corso dell'anno 2016. 

Il Prefetto ha ricordato che il 2016 è stato un anno contrassegnato dalla crisi economica, dall’emergere di nuove povertà, dalle problematiche connesse all’immigrazione, ai quali si sono aggiunti gli eventi sismici che hanno colpito duramente la nostra regione. 

Il Prefetto ha illustrato l’azione svolta dalla Prefettura nel corso dell’anno a partire dal coordinamento delle Forze di Polizia nell’azione di prevenzione generale e di garanzia dell’ordine e della sicurezza pubblica, ma anche in materia di difesa e protezione civile, di accoglienza dei migranti richiedenti asilo che, attualmente, nella nostra provincia sono 620, ospitati in 81 strutture distribuite in 16 Comuni. 

Il Prefetto Pagliuca ha ricordato i diversi tavoli di coordinamento che sono stati istituiti in Prefettura e i vari Piani e Protocolli sottoscritti nel corso dell’anno.

Il Questore Belfiore ha evidenziato come i dati dei delitti relativi al 2016 indichino la prosecuzione di un trend positivo avviato già da alcuni anni, con una diminuzione complessiva dei reati, soprattutto quelli predatori. 

Sono aumentati gli arresti ed i sequestri di stupefacenti. 

Ma determinante, secondo il Questore, è quel dialogo aperto con i cittadini che permette agli 
operatori di intervenire tempestivamente e fa sentire i ternani più sicuri.


L'Ascoli con quattro 97' in campo, Orsolini, Cassata, Felicioli e Favilli sbanca il Libero Liberati. 
Per la Ternana è notte fonda e la penultima posizione in classifica sancisce definitivamente le difficoltà in casa rossoverde.

Per la Ternana il giocatore in dubbio fino all'ultimo per problemi fisici, Petriccione, è il migliore in campo insieme a Palumbo.

La Ternana è spaesata, non risponde ai dettami tattici di mister Carbone e fatica fin da subito a reggere l'urto di un Ascoli equilibrato e ben messo in campo.

La Ternana dalle polveri bagnate vede un Falletti lontano dai suoi giorni migliori e un molle Avenatti. Le sirene del mercato e il prolungamento del contratto incideranno sulla loro prestazione?

La Ternana insieme al Brescia è la squadra più giovane del campionato e il mister Carbone è un esordiente come loro a questi livelli, paghiamo sicuramente lo scotto di esperienza e personalità ma senza un'inversione di rotta e un mercato di riparazione di sostanza per ogni ruolo, la retrocessione è dietro l'angolo.

Le responsabilità partono dalla programmazione di inizio campionato.

Nessun allarmismo, come ha sempre detto il mister Benny Carbone, ma questa partita era un crocevia, era determinante per le sorti rossoverde. 
Ora c'è poco da salvare, bisogna intervenire per non finire all'inferno in anticipo.

Le vacanze di Carbone, prima del ritiro di Castel Rigone, non saranno sicuramente tranquille.
La voglia di rivincita, il riscatto e la consapevolezza di dimostrare che la Ternana non è questa dovranno alimentare quella speranza chiamata salvezza.

A fine partita il mister ai microfoni di Sky non si spiega l'involuzione della squadra, la gioventù o non so spiegarmi il perchè!
Non andrò in vacanza, dichiara Carbone, ma in questo momento sono contento di non andarci.


ranktrackr.net